Covid – Come comportarsi con un alunno positivo?

da | Apr 8, 2021 | IN CATTEDRA

Dal 7 aprile sono tornati a scuola a pieno regime gli alunni della scuola dell’Infanzia, della Primaria, e del primo anno della secondaria di primo grado. Questo è il provvedimento preso per l’istruzione, col premier Draghi che conta di far concludere agli studenti l’anno scolastico tra i banchi di scuola.

OBIETTIVO RIENTRO – Il presidente del Consiglio sembra deciso a restituire ai giovani quella normalità che manca ormai da un anno e, dopo aver potenziato la campagna vaccinale per gli over 70, ha l’obiettivo di riaprire le aule degli istituti superiori, costretti ancora alla didattica a distanza. Tra il dire e il fare però, c’è di mezzo il Covid che stenta ad arrendersi, complici anche le numerosi varianti diffuse sul territorio nazionale negli ultimi mesi. A tal proposito, come bisognerebbe comportarsi se nei giorni successivi al rientro dalle festività pasquali, se dovesse  esserci uno studente positivo?

DETTAGLI – Illustriamo i protocolli imposti dal Comitato tecnico scientifico al momento del riproporsi delle lezioni in presenza. Stando a quanto riportato dalle Faq divulgate dal Ministero della Salute, nel momento in cui viene accertata la positività di un alunno al SARS-CoV-2, il Dipartimento di Prevenzione comunica il caso e inizia la tracciabilità dei contatti avuti, con conseguente sanificazione straordinaria della classe in cui è presente il soggetto in questione. Contestualmente a questo, il referente scolastico Covid 19, deve fornire al Dipartimento di Prevenzione la lista dei compagni e degli insegnanti  che sono venuti a contatto con il ragazzo fino a 48 ore prima il manifestarsi dei sintomi. Dopo le attività di «contact tracing», per coloro che verranno ritenuti “contatti stretti” del soggetto positivo, verrà disposta una quarantena di 14 giorni ad iniziare dalla data dell’ultimo incontro con lui, oppure un isolamento di 10 giorni, ma con il test antigenico o molecolare sostenuto proprio il decimo giorno.

Luca Palmieri

Articoli Recenti

Scuola: bonus docenti non ancora accreditato

Scuola: bonus docenti non ancora accreditato

Non è ancora accessibile la piattaforma per utilizzare il bonus docenti 2022/2023, destinato a tutti gli insegnanti di ruolo per ogni ordine e grado: c’è un notevole ritardo, che ha seminato il panico fra gli insegnanti, rispetto agli anni passati. ULTIME – In realtà...

24 cfu: si è ancora in tempo per conseguirli

24 cfu: si è ancora in tempo per conseguirli

Ultimi giorni a disposizione per i 24 cfu: gli aspiranti docenti che non hanno ancora acquisito il titolo hanno a disposizione qualche altra settimana, prima della scadenza imposta dal Miur per il 31 ottobre 2022.ULTIME – Cambio di normativa per i 24 cfu, valevoli nei...

Italia: il paese meno ambiente

Italia: il paese meno ambiente

Mentre il caro-bollette e i costi energetici (in aumento per le speculazioni e non per il conflitto in corso) monopolizzano il dibattito pubblico, insieme alla crisi economica e al levitare dei prezzi delle materie prime che condizionano trasversalmente tutto il...