Covid, può essere misurata la temperatura degli alunni a scuola?

da | Gen 28, 2021 | SUI BANCHI DI SCUOLA

Può essere misurata la temperatura agli alunni a scuola? La risposta a questa domanda è affermativa, ma soltanto in determinate circostanze, altrimenti la temperatura corporea va verificata prima di recarsi in classe.

SPIEGAZIONE – Di solito negli anni passati, nel caso in cui l’alunno presentava sintomi riconducibili ad un’influenza, gli veniva misurata la temperatura e poi eventualmente mandato a casa. Con il Covid 19 invece, le disposizioni sono diverse e lo ribadisce il Ministero della Pubblica Istruzione, all’interno della sezione Faq. Lo stesso Ministero, consiglia di misurare la temperatura corporea a casa prima di raggiungere la scuola, questa è una regola fondamentale per tutelare la propria salute e quella degli altri. Con un controllo costante di se stessi, è possibile prevenire la diffusione del contagio tragitto casa-scuola, sui mezzi di trasporto e nelle zone adiacenti la scuola o la classe. Il «Protocollo di sicurezza per la ripresa dei servizi educativi e delle scuole dell’infanzia» stabilisce poi che, qualora le Regioni e i singoli enti locali lo dispongano, nei servizi educativi va incentivata la misurazione della temperatura corporea in entrata dei bambini, di tutto il personale docente e ausiliario presente nella struttura.

DATI PERSONALI – Per rispondere più dettagliatamente al quesito posto ad inizio articolo, la misurazione della temperatura corporea a scuola, va effettuata solamente nei casi di alunni sintomatici nell’orario scolastico, che si trovino all’interno della scuola. Questo perchè la rilevazione della temperatura corporea, quando è associata all’identità dell’interessato, costituisce un trattamento di dati personali (art. 4, par. 1, 2) ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679), non è invece ammessa la registrazione della temperatura rilevata associata al singolo alunno. Dunque, è giusto che ogni alunno prima di andare a scuola faccia fede al proprio senso civico, verso se stesso e verso gli altri, ricorrendo ogni mattina alla misurazione delle temperatura. Solo una volta accertato il suo perfetto stato di salute potrà recarsi a scuola.

Redazione

Articoli Recenti

Scuola: bonus docenti non ancora accreditato

Scuola: bonus docenti non ancora accreditato

Non è ancora accessibile la piattaforma per utilizzare il bonus docenti 2022/2023, destinato a tutti gli insegnanti di ruolo per ogni ordine e grado: c’è un notevole ritardo, che ha seminato il panico fra gli insegnanti, rispetto agli anni passati. ULTIME – In realtà...

24 cfu: si è ancora in tempo per conseguirli

24 cfu: si è ancora in tempo per conseguirli

Ultimi giorni a disposizione per i 24 cfu: gli aspiranti docenti che non hanno ancora acquisito il titolo hanno a disposizione qualche altra settimana, prima della scadenza imposta dal Miur per il 31 ottobre 2022.ULTIME – Cambio di normativa per i 24 cfu, valevoli nei...

Italia: il paese meno ambiente

Italia: il paese meno ambiente

Mentre il caro-bollette e i costi energetici (in aumento per le speculazioni e non per il conflitto in corso) monopolizzano il dibattito pubblico, insieme alla crisi economica e al levitare dei prezzi delle materie prime che condizionano trasversalmente tutto il...