LE IMMAGINI DELLA MEMORIA: IL PROGETTO PCTO CON LA PROTONDIA AK FOTO

da | Lug 31, 2020 | SUI BANCHI DI SCUOLA

Riprendiamo il nostro percorso di approfondimento sulle esperienze di PCTO e oggi ci spostiamo a Pisa per illustrarvi un progetto che ha coinvolto l’azienda Protondia AK Foto

IL PROGETTO PCTO: CONFAO E AZIENDA TUTOR – La Prontodia AK Foto s.n.c. opera dal 1986 e rappresenta storicamente il punto di riferimento della clientela pisana. Il patrimonio di conoscenza, competenza ed esperienza accumulati nel tempo di cui i soci fondatori sono portatori ne ha fatto il riferimento ideale per il un progetto di PCTO nonché una preziosa fonte di apprendimento.
L’azienda ha vissuto il passaggio al digitale e la sua affermazione con le difficoltà che ne sono conseguite. Questo le ha però permesso di valorizzare le nuove conoscenze e i nuovi strumenti affiancando al tipico servizio fotografico su commissione per eventi il recupero e il salvataggio di materiale digitale e analogico su ogni supporto nonché il servizio di set di posa per fotografie professionali. Questo allargamento del business ha permesso alla Prontodia di superare le difficoltà e confermarsi leader del settore nell’ambito pisano e oltre grazie a investimenti azzeccati e la consolidata professionalità che hanno allargato il giro d’affari.

IMPARIAMO L’AZIENDA – L’idea di fondo è di stimolare e sviluppare nei ragazzi la creatività orientata, un approccio cioè che liberi idee e soluzioni per realizzare un progetto imprenditoriale che sia stimolante per loro e che intercetti i bisogni delle persone. Il progetto PCTO realizzato da una scuola di Pisa ha confermato la bontà di siffatta visione, portando progressivamente i ragazzi a lavorare in team, a confrontarsi sulle idee, all’ascolto reciproco, alla condivisione degli obiettivi, alla collaborazione. Questo ha permesso di procedere costruttivamente verso la realizzazione del progetto comune, esaltando le capacità di ognuno e facendo acquisire ai ragazzi competenze nuove e trasversali.
Durante l’anno scolastico è stato formato un gruppo di lavoro calibrato in base al percorso di studi dei vari studenti. Nel corso del tempo si sono sviluppate dinamiche interne in perfetta simulazione della realtà aziendale, imparando a coordinare il lavoro, organizzando le varie attività e assegnando i compiti, sviluppando leadership e team working, in un costante orientamento al dibattito e all’interazione.

IL PROGETTO – Foto Evolution nasce dalla primaria attività di generazione dell’idea imprenditoriale, il brainstorming. Da subito i ragazzi non si sono fissati su “la cosa cui nessuno ha ancora pensato” perché originalità non per forza fa rima con utilità. Gli studenti sono stati portati a riflettere su alcune idee fondamentali: “cosa ci piacerebbe fare? Come consumatori, cosa vorremmo trovare sul mercato? Quale bene o servizio, esistente o meno, i pisani acquisterebbero volentieri? E quale bisogno, più precisamente, vogliamo intercettare?”
La loro età li porta naturalmente verso il futuro, il progresso, e in questa fase storica ciò si traduce in tecnologia digitale, comunicazione e condivisone di contenuti, nuove interazioni uomo-macchina. Quello che immaginiamo è quello che vogliamo vedere.
Da qui l’idea! La visione, lo sguardo. Le emozioni che suscita questo nostro senso.
Le immagini e il loro potere evocativo, ad oggi, è ormai affidato ai bit dei nostri smartphone o tablet, cloud, email, whatsapp, instagram. Cosa ne sarà un domani? E dall’altra parte, quali immagini potranno essere conservate e recuperate dai vecchi supporti, siano essi cd, nastri, negativi? Con l’avvento di questa nuova generazione di tecnologia si rischia di perdere o non valorizzare uno dei patrimoni più importanti per un vero progresso: la memoria e l’insegnamento unico e insostituibile che si trae da essa. Non c’è bisogno di citare le immagini dei campi di concentramento o delle Torri Gemelle per comprendere il loro valore inestimabile, basta pensare a tutti i momenti speciali nella vita di ognuno di noi di cui dobbiamo avere cura e che rischiano di essere cancellati da un semplice Invio. La scelta quindi era fatta: operare nel settore dei servizi di fotografia e video.

Progetto PCTO con la Protondia AK Foto

Articoli Recenti

Todo Modo: la versione di Petri

Todo Modo: la versione di Petri

Quando, nel 1976, uscì la riduzione cinematografica del romanzo «Todo Modo» di Sciascia, ad opera di Elio Petri, che ne scrisse la sceneggiatura a quattro mani con Berto Pelosso e ne affidò la scenografia al visionario Dante Ferretti, di tutto si poté parlare tranne...